Lunedì, 22 Febbraio 2016 15:55

Migranti: per Ue in Tunisia occorre approccio integrato

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

(ANSAmed) - TUNISI, 23 FEB - ''La questione migratoria, nelcontesto attuale, necessita di un approccio pluridisciplinare eintegrato che sia il frutto di una concertazione e coordinazionetra tutti gli attori interessati, istituzionali
e non pubblici eprivati''. Sono le parole del capo missione Ue in Tunisia LauraBaeza ad un convegno svoltosi a Tunisi sulle migrazioni,organizzato nell'ambito delle attività di ricerca Jean Monnetofferta dell'Unione europea.

E' dovere dell'Ue operare con i partner africani per trovaresoluzioni adeguate, ha affermato Baeza ricordando le decisioniprese a La Valletta (Malta) con l'istituzione di un Fondofiduciario di emergenza che mette a disposizione 1,8 miliardi dieuro a favore della stabilità e la lotta contro le causeprofonde della migrazione irregolare e del fenomeno deglisfollati in Africa.

Il Fondo fiduciario di emergenza costituisce una modalitàinnovativa dell'Ue per rafforzare la sua risposta collettivaalle attuali sfide, ed è uno strumento complementare allacooperazione allo sviluppo dell'Ue, già attiva nella regione,per assistere i paesi africani più fragili e vulnerabili.

(ANSAmed).

Letto 228 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Powered by

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

  Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.