Domenica, 21 Febbraio 2016 09:30

Gentiloni ad Ankara, Italia per soluzione politica in Siria

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

(ANSAmed) - ANKARA, 22 FEB - "La situazione in Siria è gravissima sul piano umanitario, molto difficile sul piano strategico. Tuttavia, per l'Italia è necessario unire le forze contro Daesh e

credere nelle prospettive che il gruppo internazionale hanno aperto. Le premesse di intese che ci ha comunicato Kerry sono incoraggianti e da sostenere". Lo ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni in una conferenza stampa ad Ankara con il collega turco Mevlut Cavusoglu. Il quale ha sottolineato: "Siamo insieme con l'Italia nel ribadire la necessità di un cessate il fuoco e una transizione politica in Siria. Non abbiamo agende segrete". "C'è una collaborazione bilaterale tra Italia e Turchia molto efficace. Certamente ci aspettiamo che nei prossimi mesi queste collaborazioni decise insieme a livello di Ue diano i frutti attesi per migliorare la condizione dei profughi e governare meglio i flussi", ha quindi spiegato Gentiloni. "Il percorso di avvicinamento della Turchia all'Ue è stato un po' frustrante, l'Italia ha sempre appoggiato questo processo e lo appoggerà ancor di più in questo periodo. Anche perché l'apertura di certi capitoli sono fondamentali per la stabilità di questo paese e perché si consolidano valori come la libertà di espressione e di opinione anche in Turchia", ha affermato Gentiloni. Cavusoglu che ha ringraziato Roma per il sostegno costante "indipendentemente dal governo".

Il ministro degli Esteri italiano ha quindi espresso la "solidarietà" dell'Italia al popolo turco per gli attacchi terroristici "subiti anche di recente". (ANSAmed).

Letto 344 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Powered by

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

  Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.