Martedì, 16 Febbraio 2016 20:15

<div>Petrolio: l'accordo non farà aumentare (da solo) il prezzo del greggio</div>

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ieri a Doha i Ministri del petrolio di Russia, Arabia Saudita, Venezuela e Qatar si sono accordati per fissare un tetto alla produzione petrolifera dei rispettivi paesi ai livelli di gennaio

2016. L’intesa è stata raggiunta dopo due settimane di “tour” del ministro venezuelano Eulogio del Pino, che chiedeva tagli alla produzione che tuttavia non sono arrivati, e che oggi sarà a Teheran nel difficile tentativo d convincere Iran e Iraq a partecipare all’accordo. Nel frattempo è ormai quasi un anno e mezzo che i prezzi del barile di Brent sono inferiori ai 90 dollari, e a gennaio hanno toccato quota 26 dollari, un prezzo che non si vedeva dal 2003.

Tutti i paesi esportatori hanno dunque assistito a una pericolosa contrazione dei propri tassi di crescita economica. Per alcuni, come Russia e Venezuela, ciò ha persino significato una recessione. E per tutti la spesa pubblica statale è diventata – almeno nel breve periodo – insostenibile, costringendo ciascun paese a ricorrere a un mix che prevede l’utilizzo di riserve accumulate nel periodo di prezzi alti, manovre di austerity e indebitamento (sui mercati, o chiedendo prestiti a tassi preferenziali a Fmi e Banca mondiale).

Di questo e altro si parlerà stasera alle 18.00 all’ISPI, nel corso della tavola rotonda “Chi ha paura del cheap oil?”. All’evento parteciperanno, tra gli altri, Massimo Nicolazzi, Head dell’ISPI Energy Watch, e Giorgio Arfaras, SCM SIM, a cui abbiamo posto due domande.

Cosa cambia con l’accordo di ieri?

Massimo Nicolazzi, Centrex e Head dell’ISPI Energy Watch

Dal punto di vista della produzione al momento non cambia praticamente niente. Gli unici paesi che al momento puntano ad aumentare la loro produzione, cioè Iran e Iraq, non sono parte in causa dell’accordo e non pare intendano considerare di aderirvi. La produzione libica è condizionata non dall’accordo ma dal caos nel paese. Tutti gli altri esportatori stanno pompando ai loro massimi storici, o, come nel caso del Venezuela, a quelli tecnicamente consentiti dall’usura delle loro infrastrutture. La notizia di ieri è indicazione di grandi manovre e di grande nervosismo, in particolare per quei produttori che vedono le loro finanze erodersi troppo velocemente. Ma il fatto che questi paesi si siano parlati non ha ancora comportato nessuna riduzione della sovrapproduzione attuale. Infine, dal momento che l’accordo è condizionato all’adesione di altri paesi, è quasi come se ieri non fosse accaduto proprio nulla.

 

Davvero i prezzi bassi fanno bene ai paesi importatori, come l’Italia?

Giorgio Arfaras, SCM SIM

La cosa più ovvia che dovremmo attenderci è che prezzi del petrolio così bassi riducano la spesa per i trasporti e, quindi, facciano entrare qualche soldo in più nelle tasche degli italiani. Ma attenzione. Innanzitutto in molti paesi oltre metà del prezzo della benzina è costituito da tasse e accise varie, e quindi il prezzo finale scende meno rispetto a quanto faccia il prezzo del greggio. Inoltre i maggiori risparmi possono o rientrare nell’economia attraverso maggiori consumi, oppure finire nel risparmio. E oggi le famiglie e le imprese sono ancora molto indebitate e pare stiano scegliendo di risparmiare, quindi l’economia non riparte automaticamente grazie al petrolio basso. Infine va tenuto in considerazione che i paesi esportatori di petrolio sono oggi anche grandi importatori delle nostre merci e investitori nei nostri paesi. Se loro vanno in crisi, le ripercussioni si fanno sentire anche sul nostro export, e se i loro fondi di investimento ritirano i capitali dalla nostra economia significa che dovremo trovare alternative o subirne le conseguenze.

 
Letto 224 volte

4 commenti

  • Link al commento FlossieNenGF Martedì, 25 Luglio 2017 23:22 inviato da FlossieNenGF

    Absolutely NEW update of SEO/SMM package "XRumer 16.0 + XEvil":
    captchas breaking of Google, Facebook, Bing, Hotmail, SolveMedia, Yandex,
    and more than 8400 another size-types of captcha,
    with highest precision (80..100%) and highest speed (100 img per second).
    You can connect XEvil 3.0 to all most popular SEO/SMM software: XRumer, GSA SER, ZennoPoster, Srapebox, Senuke, and more than 100 of other programms.

    Interested? There are a lot of demo videos about XEvil in YouTube.
    See you later ;)


    XRumer20170725

  • Link al commento ArlenemomIQ Sabato, 22 Luglio 2017 22:49 inviato da ArlenemomIQ

    Revolutional update of SEO/SMM software "XRumer 16.0 + XEvil 3.0":
    captcha recognition of Google, Facebook, Bing, Hotmail, SolveMedia, Yandex,
    and more than 8400 another types of captchas,
    with highest precision (80..100%) and highest speed (100 img per second).
    You can connect XEvil 3.0 to all most popular SEO/SMM programms: XRumer, GSA SER, ZennoPoster, Srapebox, Senuke, and more than 100 of other software.

    Interested? You can find a lot of demo videos about XEvil in YouTube.
    See you later!


    XRumer20170721

  • Link al commento ArlenemomIQ Sabato, 22 Luglio 2017 17:34 inviato da ArlenemomIQ

    Absolutely NEW update of SEO/SMM software "XRumer 16.0 + XEvil":
    captchas regignizing of Google, Facebook, Bing, Hotmail, SolveMedia, Yandex,
    and more than 8400 another size-types of captchas,
    with highest precision (80..100%) and highest speed (100 img per second).
    You can connect XEvil 3.0 to all most popular SEO/SMM programms: XRumer, GSA SER, ZennoPoster, Srapebox, Senuke, and more than 100 of other software.

    Interested? You can find a lot of introducing videos about XEvil in YouTube.
    See you later!


    XRumer20170721

  • Link al commento ArlenemomIQ Sabato, 22 Luglio 2017 12:20 inviato da ArlenemomIQ

    Revolutional update of SEO/SMM software "XRumer 16.0 + XEvil":
    captcha solution of Google, Facebook, Bing, Hotmail, SolveMedia, Yandex,
    and more than 8400 another categories of captchas,
    with highest precision (80..100%) and highest speed (100 img per second).
    You can connect XEvil 3.0 to all most popular SEO/SMM programms: XRumer, GSA SER, ZennoPoster, Srapebox, Senuke, and more than 100 of other software.

    Interested? There are a lot of demo videos about XEvil in YouTube.
    Good luck ;)


    XRumer20170721

Devi effettuare il login per inviare commenti

Powered by

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

  Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.