Martedì, 16 Febbraio 2016 20:15

Vienna decide controlli ai valichi e reti anti-immigrati al confine dell’Italia

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

di Guido Keller –

L’Italia tornerà ad avere le barriere al confine. L’iniziativa è partita da Vienna e rappresenta un salto indietro nella storia, quando ancora non esistevano Schengen e l’Unione

Europea: la decisione è stata presa dal governo del cancelliere Werner Faymann, il quale intende così far fronte ai consistenti flussi di profughi diretti verso il centro Europa.
Il ministro dell’Interno Johanna Mikl Leitner ha confermato che verranno reintrodotti i controlli a 12 valichi del confine meridionale e che verranno alzate recinzioni. Al Brennero vi sarà una corsia per il controllo di persone e cose, affiancata da recinzioni: come ha spiegato Leitner a conclusione della riunione dell’Euroregio (Trentino, Alto Adige e Tirolo), “In virtù della particolare storia legata al confine del Brennero la cooperazione sarà molto intensa ma resta chiaro che, se necessarie da parte del management, saranno installate anche recinzioni”.
Il ministro ha inoltre spiegato che lo stesso sistema di controllo è già stato istituito al valico di Spielfeld, tra Austria ed Ungheria .
L’Austria è oggi uno dei paesi europei con il maggior numero di migranti per popolazione, con 90mila accoglimenti nel 2015; il ministro degli Esteri Sebastian Kurz ha fatto notare che “Molto probabilmente nei prossimi mesi sarà raggiunto il nostro numero massimo, quindi l’Austria dovrà fermare i migranti al suo confine”.
Uno dei primi effetti della decisione di Vienna si ripercuoterà sul traffico ai confini, con rallentamenti e attese soprattutto per i trasportatori.
Arno Kompatscher, presidente della Provincia autonoma di Bolzano, ha mostrato comprensione per la posizione dell’Austria, ma ha parlato di decisione ”sgradevole ma necessaria come misura temporanea in una situazione di crisi”.
Con tutta probabilità sarà il Trentino Alto Adige a dover gestire i migranti che verranno respinti dalla gendarmeria austriaca, per cui i presidenti Ugo Rossi (Trentino) e Komatscher, che già hanno incontrato il presidente della Repubblica austriaca Heinz Fischer, vedranno a breve il ministro dell’Interno Angelino Alfano.

Letto 276 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Powered by

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

  Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.