Martedì, 16 Febbraio 2016 20:12

Il Venezuela è al capolinea

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Venezuela ha festeggiato il carnevale più sconcertante della sua storia.


In una passerella improvvisata sono comparse Miss Ingiustizia, Miss Insicurezza, Miss Penuria, Miss Impunità e Miss Inflazione. Sotto un sole

splendido, si ride con rabbia o con pena. Molte meno persone del solito hanno raggiunto le spiagge e i balli: i prezzi galoppano, le dispense sono vuote, non restano pezzi di ricambio per le auto, la delinquenza è incontrollabile; Caracas è la città con il maggior tasso di omicidi per abitante al mondo.

Da tempo i venezuelani si sono abituati a fare lunghe code per comprare i sempre più scarsi prodotti a prezzo sussidiato e si è diffuso il mercato nero detto bachaqueo. Ma ora non ci sono più le risorse per importare quel che la popolazione consuma e ogni giorno sparisce qualcosa dai negozi, che riducono l’orario di apertura.


Si fa fatica persino a trovare farina e riso, caffè e zucchero. In tutti i settori occorre rifornirsi all’estero, con stratagemmi spesso rocamboleschi e a prezzi astronomici. Stipendi e pensioni sono irrisori per la sopravvivenza. La disoccupazione aumenta e, complice anche la siccità, stanno mancando l’acqua e l’energia elettrica.


Il governo del presidente Maduro, dopo la sconfitta elettorale alle elezioni parlamentari del 6 dicembre, ha proposto a gennaio un decreto d’emergenza economica che gli avrebbe assegnato poteri straordinari per due mesi. Il decreto è stato respinto subito dal parlamento perché riproduceva lo stesso modello populista e assistenzialista che da 17 anni regge il paese e ha portato all’attuale rovina.


Il chavismo ha diffuso allora una strategia di 14 “motori” per il rilancio della produzione, facendo appello all’impegno per rimotivare le sue fila. La campagna ha ampia eco, giacché il governo controlla i mezzi di comunicazione, o direttamente, o tramite la gestione della carta e delle concessioni radiotelevisive. Ma gli analisti sono molto perplessi sulla credibilità, anche internazionale, di Maduro. Ora il Tribunale Supremo ha resuscitato il decreto con un cavillo legale dubbio, creando ulteriori frizioni.


Il Fondo Monetario Internazionale calcola per quest’anno una forte recessione e un’inflazione oltre il 700%. Si teme che la bancarotta sia vicina. La drammatica situazione economica non si può attribuire solo al basso prezzo del petrolio, che copre il 95% delle esportazioni venezuelane, ma anche a errori di pianificazione e di politica monetaria, malversazioni, sprechi, nazionalizzazioni fallite.


Il chavismo dice di voler combattere corrotti e mafiosi. Questi però si annidano proprio al suo interno, dopo 17 anni consecutivi al potere. Nell’indice di percezione della corruzione di Trasparency International, il Venezuela è il peggior paese dell’America Latina e uno dei peggiori al mondo.


Il governo dovrà presto correggere o abolire il rigido e infondato sistema di cambio valutario, aumentare il prezzo della benzina (tradizionalmente quasi nullo) e ridare protagonismo al settore privato, che però viene sistematicamente insultato – emblematico il caso di Lorenzo Mendoza, presidente della maggiore impresa di cibi e bevande, la Polar – e si sente privo di garanzie giuridiche.


Nelle partecipate elezioni di dicembre per l’Assemblea Nazionale, la maggioranza dei due terzi è andata alla Mud (Mesa de Unidad Democrática), una coalizione di partiti di opposizione che va dal centrosinistra alla destra conservatrice. Il parlamento è ora guidato da un politico di grande esperienza, Henry Ramos Allup, uno dei vicepresidenti dell’Internazionale Socialista, deciso e pragmatico.


Le operose commissioni parlamentari stanno indagando sui tracolli e le ruberie del passato, chiedono rendiconti e conteggi mancanti; vogliono assegnare in proprietà le case popolari della Misión Vivienda affinché gli usufruttuari non siano ostaggio di un partito; progettano leggi per riorganizzare le carriere militari e ridare fiducia alle forze produttive.


I deputati dell’opposizione parlano senza mezzi termini di emergenza umanitaria per le carenze strutturali nei rifornimenti di medicine, alimenti e prodotti di base. Ma gli interventi umanitari internazionali sono possibili solo se richiesti dal governo. E Maduro nega il disastro, incolpando la guerra economica di destabilizzazione controrivoluzionaria scatenata dall’imperialismo mondiale e dalla borghesia parassitaria nazionale.


L’opposizione ha sottolineato dall’inizio due punti chiave della sua azione: la legge d’amnistia e la fine, democratica e pacifica, del governo Maduro. I parlamentari possono approvare la scarcerazione dei prigionieri politici (tra cui il carismatico Leopoldo López) e un emendamento alla Costituzione che riduca il mandato presidenziale.


Le leggi però vanno applicate dall’esecutivo e non devono essere bloccate dalla Corte suprema. E il governo ora controlla – oltre alla Banca Centrale del Venezuela – il potere giudiziario, avendo nominato direttamente i giudici della Corte. Se il chavismo rispetta la legalità, s’incammina verso la propria uscita di scena e forse la fine della “rivoluzione bolivariana”; c’è chi vorrebbe spingere Maduro alle dimissioni per salvare il movimento.


Se non lo fa, esegue un autocolpo di Stato; il parlamento affonda, e con lui la democrazia. Ma la maggioranza dei venezuelani, ormai esausti (la metà della popolazione vive in miseria estrema), non ci starà. Difficile dire che posizione assumeranno le Forze armate, sulla carta fedeli eredi del “comandante eterno” Hugo Chávez, ma in realtà divise e piene di distinguo, malumori e sofferenze.


In ogni caso, il Venezuela cambierà radicalmente in questo 2016. Ciò porterà a una sua ricollocazione geopolitica, con nuovi rapporti con Usa, Brasile e Colombia (con cui la frontiera è adesso chiusa), un allontanamento dal progetto dell’Alba e la riformulazione dei rapporti con Russia e Cina.


L’Italia può e deve giocare un ruolo importante. In Venezuela ci sono oltre centomila italiani e quasi due milioni di italo-venezuelani discendenti di nostri immigrati. Sono attivi in ogni ambito chiave e patiscono duramente la crisi. Che adesso ha anche un rumore, il minaccioso ronzio della zanzare che trasmettono, oltre al dengue e la chikungunya, lo zika.


La nuova epidemia colpisce un paese con riserve di farmaci al 20%del normale e strutture ospedaliere deteriorate. Le fonti ufficiali minimizzano a poche migliaia di casi, ma quelle indipendenti ne arrivano a stimare mezzo milione. Il momento è cruciale. La Conferenza episcopale venezuelana, nella sua esortazione pastorale per il 2016, ricorda che il popolo ha espresso ordinatamente nelle elezioni la sua volontà di modificare l’orientamento fondamentale del paese vivendo in democrazia e non in un sistema totalitario. Chiede risposte sensate ed efficaci, privilegiando l’intesa sull’odio e l’esclusione.


Il Venezuela, un paese di enormi risorse e possibilità, è al capolinea.


Deve ripartire, evitando di implodere, scongiurando lo scontro istituzionale con il dialogo e l’accordo. Inizia la sua quaresima con profonda inquietudine e coraggiose aspettative.

Letto 500 volte

5 commenti

  • Link al commento FlossieNenGF Mercoledì, 26 Luglio 2017 08:26 inviato da FlossieNenGF

    Revolutional update of SEO/SMM package "XRumer 16.0 + XEvil 3.0":
    captchas regignizing of Google, Facebook, Bing, Hotmail, SolveMedia, Yandex,
    and more than 8400 another subtypes of captchas,
    with highest precision (80..100%) and highest speed (100 img per second).
    You can connect XEvil 3.0 to all most popular SEO/SMM software: XRumer, GSA SER, ZennoPoster, Srapebox, Senuke, and more than 100 of other programms.

    Interested? You can find a lot of demo videos about XEvil in YouTube.
    See you later ;)


    XRumer20170725

  • Link al commento FlossieNenGF Martedì, 25 Luglio 2017 21:39 inviato da FlossieNenGF

    Absolutely NEW update of SEO/SMM package "XRumer 16.0 + XEvil 3.0":
    captchas solution of Google, Facebook, Bing, Hotmail, SolveMedia, Yandex,
    and more than 8400 another size-types of captchas,
    with highest precision (80..100%) and highest speed (100 img per second).
    You can connect XEvil 3.0 to all most popular SEO/SMM software: XRumer, GSA SER, ZennoPoster, Srapebox, Senuke, and more than 100 of other software.

    Interested? There are a lot of demo videos about XEvil in YouTube.
    See you later ;)


    XRumer20170725

  • Link al commento FlossieNenGF Martedì, 25 Luglio 2017 16:16 inviato da FlossieNenGF

    Revolutional update of SEO/SMM package "XRumer 16.0 + XEvil":
    captchas solution of Google, Facebook, Bing, Hotmail, SolveMedia, Yandex,
    and more than 8400 another types of captchas,
    with highest precision (80..100%) and highest speed (100 img per second).
    You can connect XEvil 3.0 to all most popular SEO/SMM software: XRumer, GSA SER, ZennoPoster, Srapebox, Senuke, and more than 100 of other software.

    Interested? You can find a lot of introducing videos about XEvil in YouTube.
    Good luck ;)


    XRumer20170725

  • Link al commento ArlenemomIQ Sabato, 22 Luglio 2017 21:13 inviato da ArlenemomIQ

    Absolutely NEW update of SEO/SMM software "XRumer 16.0 + XEvil":
    captcha regignizing of Google, Facebook, Bing, Hotmail, SolveMedia, Yandex,
    and more than 8400 another categories of captchas,
    with highest precision (80..100%) and highest speed (100 img per second).
    You can connect XEvil 3.0 to all most popular SEO/SMM software: XRumer, GSA SER, ZennoPoster, Srapebox, Senuke, and more than 100 of other software.

    Interested? There are a lot of impessive videos about XEvil in YouTube.
    Good luck ;)


    XRumer20170721

  • Link al commento ArlenemomIQ Sabato, 22 Luglio 2017 01:16 inviato da ArlenemomIQ

    Absolutely NEW update of SEO/SMM software "XRumer 16.0 + XEvil 3.0":
    captcha recognition of Google, Facebook, Bing, Hotmail, SolveMedia, Yandex,
    and more than 8400 another size-types of captchas,
    with highest precision (80..100%) and highest speed (100 img per second).
    You can connect XEvil 3.0 to all most popular SEO/SMM software: XRumer, GSA SER, ZennoPoster, Srapebox, Senuke, and more than 100 of other programms.

    Interested? There are a lot of introducing videos about XEvil in YouTube.
    See you later!


    XRumer20170721

Devi effettuare il login per inviare commenti

Powered by

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

  Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.