Domenica, 14 Febbraio 2016 16:27

Egitto. Tre anni di denunce

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

La storia dell’Egitto degli ultimi anni è fatta di un sogno – la Rivoluzione – che si è infranto contro il muro di repressione, mancanza di diritti, restaurazione di un sistema

forse mai eliminato del tutto, nonostante l’entusiasmo dei 18 giorni di piazza Tahrir, nel 2011.

Mentre in Occidente si celebrava Al-Sisi come un leader "necessario", attivisti, blogger, opinionisti egiziani denunciavano da tempo una situazione che, arresto dopo arresto, violazione dopo violazione, si è fatta sempre più dura, finendo per disegnare i tratti di una nuova dittatura.

Per noi, sono stati tre anni di articoli, traduzioni, voci dal campo raccolte per provare a raccontarlo. Ne riproponiamo una lunga selezione, dal 2013 ad oggi. 

 

2015 

 

Egitto. Abbattere un muro, cancellare la memoria 

Il 17 settembre, nel pomeriggio, sono cominciati i lavori di abbattimento del muro di via Mohammed Mahmoud al Cairo

http://osservatorioiraq.it/foto-notizia/egitto-abbattere-un-muro-cancell...

Egitto. Morire di calcio 

Di calcio, in Egitto, si può anche morire. E’ successo di nuovo l’8 febbraio scorso, quando 20 tifosi sono stati uccisi negli scontri con la polizia. 

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-morire-di-calcio 

Egitto. Tra le maglie della censura 

Attraverso interviste a registi, musicisti e artisti, un nuovo documentario esplora la mancanza di libertà di espressione nel paese.

http://osservatorioiraq.it/multimedia/egitto-le-maglie-della-censura 

Egitto. Quando il paese tradisce le donne 

L’ultimo rapporto di Amnesty International sulla violenza di genere in Egitto mostra dati allarmanti, e racconta di un tradimento: quello dello Stato nei confronti delle sue cittadine.

http://osservatorioiraq.it/questione-di-generi/egitto-quando-il-paese-tr...

Egitto. I fantasmi di Port Said 

Il 1° febbraio 2012 nello stadio di Port Said, durante una partita di campionato, 72 tifosi dell'Al-Ahly venivano assaltati da gruppi di persone armate e massacrati.

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-i-fantasmi-di-port-said 

Egitto. L’identità collettiva di piazza Tahrir 

"Quattro anni dopo piazza Tahrir, ci sono domande che aspettano una risposta. Perché non siamo stati capaci di cambiare?

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-l%E2%80%99identit%C3%A...

Speciale 25 gennaio 2015 

Egitto. Istruzioni di resistenza 

La nuova canzone di Elmanawahly in occasione del 25 gennaio.

http://osservatorioiraq.it/musica/egitto-istruzioni-di-resistenza

Egitto. Appunti da una rivoluzione incompiuta 

Repressione, militarizzazione, paura. Graffiti abbandonati e nuove strategie di resistenza. Ritorno a piazza Tahrir 4 anni dopo la rivoluzione. 

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-appunti-da-una-rivoluz...

Egitto. Sanaa Seif, simbolo della rivoluzione 

Sanaa Seif è una delle tante attiviste egiziane arrestate e condannate solo per aver partecipato ad una manfestazione.

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-sanaa-seif-simbolo-del...

Egitto. La società civile sotto assedio 

Le voci degli attivisti egiziani in un video di Front Line Defenders. 

http://osservatorioiraq.it/multimedia/egitto-la-societ%C3%A0-civile-sott...

 

2014

Egitto. Domande (e risposte) sul processo a Mubarak

Lo scorso 29 novembre il tribunale egiziano ha pronunciato un verdetto di assoluzione nei confronti di Hosni Mubarak, ex presidente egiziano deposto nel 2011. Ma contro quali accuse?

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-domande-e-risposte-sul...

Egitto. Quando informare uccide 

Un documentario del CPJ lancia l'allarme su omicidi, arresti e violenze contro la stampa. 

http://osservatorioiraq.it/multimedia/egitto-quando-informare-uccide

In Egitto la giustizia è cieca? 

Yara Sallam potrebbe essere solo un altro nome da aggiungere alla lista delle persone che hanno subito un torto da parte del sistema giudiziario egiziano.

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-la-giustizia-cieca

Egitto. Il giro di vite contro le libertà delle Ong 

Le Organizzazioni non governative non si aspettavano di avere meno libertà nell'Egitto di al Sisi. Ma stanno entrando in vigore leggi regressive e nuovi regolamenti che rischiano di limitarne la capacità di azione.

http://osservatorioiraq.it/analisi/egitto-il-giro-di-vite-contro-la-libe...

Egitto. Alcuni mesi e molti arresti dopo…

Nuovo presidente, vecchi problemi. Manca il combustibile, i prezzi dei beni di prima necessità salgono alle stelle, gli scioperi si susseguono, il malcontento è diffuso, le carceri sempre più piene. Qual è il prezzo da pagare per il ritorno alla “normalità”? 

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-alcuni-giorni-e-molti-...

Egitto. #FreeThePrisoners 

La campagna per la liberazione di tutti i detenuti ingiustamente incarcerati negli scorsi mesi prosegue senza sosta in Egitto

http://osservatorioiraq.it/fotogallery/egitto-freetheprisoners 

Egitto. Il messaggio di Wael Abbas per la libertà 

Il messaggio del blogger e attivista per il 21 giugno 2014, giornata internazionale per la solidarietà verso i detenuti egiziani. 

http://osservatorioiraq.it/multimedia/egitto-il-messaggio-di-wael-abbas-...

Egitto. Libertà per Mahienour El Massry 

Mahienour El-Massry, 28 anni, avvocata ed attivista per i diritti umani, è in carcere per aver manifestato pacificamente.

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-libert%C3%A0-mahienour...

Egitto. Repressione contro le persone LGBT

Una nuova estesa, ondata di repressione sulle persone LGBT è in corso in Egitto, con 77 arresti dal mese di Ottobre in poi. Perchè?

http://osservatorioiraq.it/questione-di-generi/egitto-repressione-contro...

Egitto. I blogger e le elezioni 

Al di là dell’astensionismo alle urne, intorno al tema delle elezioni il mondo virtuale egiziano si è mostrato silenzioso rispetto a ciò che ha saputo mostrare in questi anni.

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-i-blogger-e-le-elezioni

Da Morsi ad Al-Sisi: l’Egitto e il traffico di armi 

In Sinai si sta combattendo una guerra scomoda tra le forze di sicurezza che gestiscono il paese e militanti jihadisti schierati con i beduini locali, da sempre ostili al potere centrale.

http://osservatorioiraq.it/analisiarmi/da-morsi-ad-al-sisi-legitto-e-il-...

L’Egitto e lo spettro dello scenario algerino 

L’opinionista islamista Fahmi Howeidy affronta il tema della recente ondata di attacchi contro forze di polizia e militari in Egitto, condannando la rapidità con cui il governo si affretta a colpevolizzare la Fratellanza Musulmana nonostante la scarsezza di prove

http://osservatorioiraq.it/punti-di-vista/l%E2%80%99egitto-e-lo-spettro-...

Egitto. Il significato politico di una condanna a morte 

529 detenuti condannati a morte. Una sentenza che deve ancora ricevere la ratifica definitiva delle autorità religiose ma che ha suscitato enorme clamore: al Cairo come nel resto del mondo.

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-il-significato-politic...

Egitto. Il rilascio di Alaa Abdel Fattah 

Dalla prigione di Tora al Cairo, per poi essere rilasciato su cauzione. Ala'a Abd el-Fattah torna libero in attesa di giudizio.

http://osservatorioiraq.it/multimedia/il-rilascio-di-alaa-abd-el-fattah

Egitto. Nuovo governo, vecchie conoscenze

Il primo ad essere riconfermato nel nuovo esecutivo egiziano è stato proprio il Feldmaresciallo al-Sisi e del resto non sarebbe potuto essere diversamente se si considera che molti analisti hanno interpretato le dimissioni di Beblawi come il primo atto politico del “nuovo” presidente egiziano

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-nuovo-governo-vecchie-...

Egitto. “Resisteremo sino all’ultimo respiro”

L’esperienza di attivista di Mariam Kyrollos, durante i giorni della “rivoluzione. La battaglia, quotidiana, per rompere il muro del silenzio e dell'omertà intorno alle violenze di genere 

http://osservatorioiraq.it/multimedia/resisteremo-sino-allultimo-respiro...

Egitto. Il sorriso di Hosni 

Giornalisti in prigione, civili a giudizio nei tribunali militari, la Fratellanza etichettata come gruppo terroristico, forze di sicurezza sempre più brutali, la candidatura di un Feldmaresciallo alle prossime elezioni presidenziali. L'ancien regime è tornato, più forte che mai.

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/il-sorriso-di-hosni

“Io imprigionato, fuori la stessa oppressione”. Lettera dal carcere di Alaa Abdel Fattah 

L’attivista egiziano scrive alle sorelle dal carcere di Tora. “La cosa più difficile di questo arresto”, racconta, “è la sensazione che fuori non ci sia nessuna resistenza, nessuna rivoluzione”. 

http://osservatorioiraq.it/voci-dal-campo/io-imprigionato-fuori-la-stess...

Amnesty: in Egitto una violazione dei diritti umani senza fine 

Ancora una denuncia di Amnesty International, ancora rivolta all'Egitto e alle sue forze di sicurezza.

http://osservatorioiraq.it/rapporti/amnesty-egitto-una-violazione-dei-di...

Egitto. L’economia dei militari 

In seguito alla deposizione di Muhammad Morsi si è ristabilito lo schema economico in vigore prima del 2011: i militari accentrano produzione e introiti, mentre viene rinsaldata la più classica delle alleanze con i paesi del Golfo

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-leconomia-dei-militari

Egitto. La corruzione secondo Mosireen 

Un video per spiegare che la corruzione in Egitto è viva: come e più di prima.

http://osservatorioiraq.it/multimedia/la-corruzione-egitto-secondo-mosireen

Egitto. “Io ho paura” 

Una voce dal campo che lancia un grido d'allarme per le sorti del proprio paese. Penna e pensieri di uno dei tanti blogger egiziani che ci racconta quanto sia difficile esprimere la propria opinione e difendere il libero pensiero in una nazione come l'Egitto

http://osservatorioiraq.it/voci-dal-campo/egitto-io-ho-paura

Egitto. Esercito contro eletti 

L'Egitto soffre di una eterna crisi relazionale tra civili e militari. Nel paese, l'esercito costituisce un impero economico indipendente e conserva prerogative importanti.

http://osservatorioiraq.it/punti-di-vista/egitto-esercito-vs-eletti

 

2013

Egitto. L’anno che verrà 

Prima il referendum costituzionale, poi le elezioni. Nel mezzo scontri di piazza fra sostenitori della Fratellanza e forze di sicurezza che lasciano sul terreno decine di morti

http://osservatorioiraq.it/analisi/egitto-lanno-che-verr%C3%A0

Egitto. La storia che cambia, ancora una volta 

Prima la Rivoluzione del 25 gennaio 2011, che ha rovesciato il regime trentennale di Mubarak e ha portato alla presidenza Mohammed Morsi, primo presidente democraticamente eletto nella storia egiziana, espressione dei Fratelli Musulmani. Poi le oceaniche manifestazioni popolari del 30 giugno che, appoggiate da tutti gli apparati di sicurezza, esercito compreso, ne hanno chiesto la caduta. Infine colpo di Stato del 3 luglio 2013.

http://osservatorioiraq.it/voci-dal-campo/il-3-luglio-la-storia-dell%E2%...

Egitto. “Panta rei”

Scontri, arresti, violenze. Di nuovo. La piazza egiziana torna a macchiarsi di sangue e a riempirsi di gas lacrimogeni, il cui odore non sembra però raggiungere le stanze dei bottoni, impegnate a promuovere il testo costituzionale in attesa di approvazione

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-panta-rei

Egitto. La memoria non è in vendita 

“Vietato l'ingresso a Fratelli Musulmani, feloule militari”. Così recitava uno striscione mostrato ieri a Tahrir.

http://osservatorioiraq.it/info-paese/egitto?page=32

Egitto. Il governo ad interim si muove dietro le quinte

Da alcuni mesi diversi partiti politici ed altrettante Ong stanno tentando di portare l'attenzione sull'operato del governo ad interim. Le denunce si susseguono numerose, ma il loro seguito mediatico raramente è proporzionato

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-il-governo-ad-interim-...

Egitto. Che fine hanno fatto i giovani rivoluzionari?

Sono stati i protagonisti della sollevazione del 25 gennaio 2011. Poi sono stati estromessi dalla lotta tra islamisti e militari.

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-che-fine-hanno-fatto-i...

Egitto. Una “restaurazione mascherata da transizione” – Intervista a Gennaro Gervasio 

Nell’agosto scorso, poco dopo gli sconvolgimenti che avevano appena attraversato l’Egitto – il lancio della campagna Tamarud, le manifestazioni del 30 giugno e le violenze, la destituzione di Morsi ed il ritorno sulla scena politica dell’apparato militare - Osservatorio Iraq aveva incontrato Gennaro Gervasio, docente di Storia e Politica del Medio Oriente presso la BritishUniversity del Cairo. Ecco cosa ci aveva raccontato.

http://osservatorioiraq.it/punti-di-vista/egitto-una-%E2%80%9Crestaurazi...

“L’Egitto non è un paese povero. E’ un paese corrotto” – Intervista a Gamal Eid 

A parlare è Gamal Eid, avvocato e presidente dell'Arab Network for Human Rights Information (Anhri), ex-detenuto politico e membro del movimen

http://osservatorioiraq.it/voci-dal-campo/legitto-non-un-paese-povero-un...

Egitto. I militari alla conquista degli egiziani 

Non l'Egitto, ma gli egiziani. Quelli che sono scesi in piazza, che hanno manifestato, che hanno protestato: i veri artefici delle rivoluzioni.

http://osservatorioiraq.it/analisi/egitto-i-militari-alla-conquista-degl...

Egitto. Tutti gli uomini del presidente 

La lunga lista è pronta: ieri è nato il 'governo Beblawi'. Un governo ad interim, che dovrebbe gestire il processo di transizione in vista delle elezioni.

http://osservatorioiraq.it/approfondimenti/egitto-tutti-gli-uomini-e-le-...

Egitto. Rivoluzione o colpo di Stato? 

Per rispondere all'interrogativo che sta monopolizzando il dibattito internazionale legato all'Egitto, il collettivo Mosireen propone una ricostruzione fatta di voci e immagini

http://osservatorioiraq.it/multimedia/egitto-rivoluzione-o-colpo-di-stato

Egitto. Da insurrezione a rivoluzione? 

Sin dall’inizio della rivoluzione nel gennaio 2011 le diplomazie occidentali hanno tentato di ridurre le richieste delle piazze egiziane ad un appello per la democrazia formale. Facendo questo, i portavoce occidentali e le elite nazionali hanno assicurato che le riforme più sostanziali – come una revisione dell’intero sistema socio-economico – venissero messe da parte

http://osservatorioiraq.it/punti-di-vista/egitto-da-insurrezione-rivoluz...

Egitto. Celebrando il disastro 

“A guardare come stiamo festeggiando sembra che abbiamo vinto la Coppa del Mondo. Invece, quello a cui stiamo assistendo resta un colpo di Stato” scrive il blogger egiziano Mohamed el Dahshan.

http://osservatorioiraq.it/punti-di-vista/egitto-celebrando-il-disastro

 

Letto 466 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Powered by

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

  Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.