Mercoledì, 10 Febbraio 2016 17:11

Francia: rimpasto, governo allargato ai Verdi

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

(ANSAmed) - PARIGI, 11 FEB - Rimpasto con apertura ai Verdi eai radicali di sinistra, governo che si allarga e prova aricompattare la sinistra. Questo il senso del rimpasto voluto daFrancois
Hollande in piena bufera politica in Francia.

Al posto di Laurent Fabius, nominato ieri presidente delConsiglio costituzionale, torna in campo l'ex primo ministroJean-Marc Ayrault. Al Quai d'Orsay arriva dunque un germanista,che parla correntemente il tedesco, una carta in più per Parigida giocare sul tavolo dei rapporti con Berlino. Il ritorno diAyrault, vicino a Hollande fino a quando non fu sostituito dueanni fa da Manuel Valls, era importante per gli equilibriinterni al Partito socialista. Segolene Royal, ex compagna emadre dei figli di Hollande, teneva moltissimo al Quai d'Orsay,ha ottenuto invece un allargamento del suo portafoglio(Ambiente, Energia, Mare più i rapporti internazionali sulClima). A sorpresa, fuori Fleur Pellerin dalla Cultura in favoredi Audrey Azoulay, fedelissima consigliera di Hollande per lequestioni culturali. La leader dei Verdi, Emmanuelle Cosse,prende il posto di Sylvia Pinel al ministero della Casa, i dueecologisti Jean-Michel Placé e Barbara Pompili diventanorispettivamente segretari di stato alle Riforme e al Clima. Lascelta della Cosse, che prende il posto che fu dell'ecologistaCecile Duflot poi dimissionaria per divergenze politiche,sancisce la definitiva spaccatura del movimento ecologista tra iVerdi che appoggiano il governo e quelli all'opposizione. Fra lealtre nomine, Annick Girardin diventa ministra della Funzionepubblica al posto dell'uscente Marylise Lebranchu. (ANSAmed).

Letto 238 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Powered by

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

  Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.