Martedì, 09 Febbraio 2016 11:11

Canzone su rifugiati a Eurovision, polemiche in Grecia

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

(ANSAmed) - ROMA, 10 FEB - Dubbi e polemiche sulla stampagreca sulla partecipazione del Paese a Eurovision 2016, ilconcorso canoro continentale che nel paese è seguitotradizionalmente con grandissimo interesse. La tv
di stato Ert,alla quale è affidata la scelta dell'artista o gruppo cherappresenta la Grecia alla gara, ha cancellato la selezione,affidando d'ufficio la candidatura per la finale di Stoccolma amaggio a Argo, un gruppo rap del Ponto, la zona della Turchiatradizionalmente abitata da greci fino allo scambio dipopolazione tra i due paesi nel 1922.

Altro motivo di discussione, il tema del brano, ovvero irifugiati e la crisi economica. Ert, nel dare notizia dellacandidatura di Argo, non ha dato altri dettagli sulla canzone,ma solo il delicato ed attualissimo argomento, che è statoespressamente richiesto dall'emittente tv. Argo, a quanto si apprende, è composto da Christina Lachana,Maria Venetikidou, Vladimiros Sofianidis, Kostas Topouzis, IliasKesidis e Alekos Papadopoulos. Secondo alcune indiscrezionicomparse sulla stampa greca, il gruppo - che fa base a Salonicco- potrebbe cantare in dialetto pontiaco e non in greco.

Parlando con i giornalisti, il presidente di Ert DionysisTsaknis ha spiegato di essere contrario alle canzoni popleggere, e di essere stato contrario inizialmente a farpartecipare Atene alla competizione di quest'anno. Tuttavia, haaggiunto, è stato deciso di partecipare con una canzone "ritmatae piena di speranza" che parli della crisi dei rifugiati e diquella economica che attanagliano il Paese. (ANSAmed).

Letto 326 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Powered by

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

  Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.