Lunedì, 08 Febbraio 2016 19:18

Regeni: Della Vedova, informatore servizi? Palesamente falso

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

(ANSAmed) - ROMA, 9 FEB - "E' palesemente senza fondamento"che Giulio Regeni fosse un informatore dei servizi italiani. Loha detto il sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedovain un'interrogazione alla Camera sulla
morte al Cairo delricercatore italiano. "Il 25 gennaio Giulio Regeni era atteso acena da alcuni amici in un ristorante della capitale, ma non èmai arrivato all'appuntamento". Il suo corpo, ha proseguito,"presentava ecchimosi, segni di bruciature e tagli alle spalle eal torace. Si è trattato di una morte violenta e efferata" Per l'Egitto intanto l'assassinio di Giulio Regeni è stato"un crimine" e il governo respinge ogni accusa dicoinvolgimento. Lo ribadisce il ministro degli Esteri egizianoSameh Shoukry in un'intervista a Foreign Policy riportata dalsito del quotidiano egiziano al Ahram. Shoukry ha puntualizzatoche i giornalisti che si occupano della vicenda stanno "saltandoa conclusioni" e stanno facendo "speculazioni senza alcunainformazione autorevole o una verifica di ciò a cui alludono". Il ministro egiziano ha poi liquidato come "bugie" le accuseche in Egitto ci siano prigionieri politici.

L'ambasciatore egiziano in Italia, Amr Helmy, da parte suanon ha escluso che "ad uccidere in modo così barbaro" Regenisiano stati "fondamentalisti, salafiti, estremisti o Isis". Machiunque sia stato, ha ribadito il diplomatico, "intenderovinare le relazioni tra Italia ed Egitto. Siamo entrambivittime di questo crimine".

Secondo il capo degli inquirenti egiziani, è un docenteuniversitario italiano l'ultima persona con cui Giulio Regeni haavuto l'ultimo contatto telefonico. Si tratta, ha precisato, diGennaro Gervasio, che insegna nel dipartimento di Scienzepolitiche all'università britannica del Cairo. Il capo dellaProcura di Giza, incaricata dell'indagine sull'uccisione diGiulio Regeni, ha riferito che accanto al corpo del ricercatoreitaliano o nel suo appartamento non è stato rivenuto alcuntelefonino, computer portatile o tablet. Ma il suo computerportatile era nella disponibilità delle autorità italiane ed oraè in mano degli inquirenti che indagano sulla sua morte a Roma.

Non è stato ritrovato invece il suo cellulare. (ANSA).

Letto 325 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Powered by

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

  Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.